LABORATORIO IN PARETE

SCONFIGGI I TUOI LIMITI 
“Scala te Stesso” 

Con DANIELE NARDI, il ragazzo di pianura che sfida i ghiacciai eterni

Sport & Excellence for Life & Business

I tuoi Limiti hanno le Ore Contate

“Due giornate d’AZIONE padroneggiando FORZA e ALTEZZA
per ampliare competenze e orizzonti personali e professionali”

Occasione unica (scontata al 50%!!!) in cui potrai sperimentare le migliori qualità dei campioni e di chi compie imprese estreme per abbattere “limiti e paure”!

Seppure sicurezza e assistenza lo rendano un programma sicuro, le pratiche svolte sono create così da mettere il partecipante nelle condizioni di affrontare agevolmente difficoltà e sforzi notevoli.

Hai dei “confini” troppo stretti di cui ti vuoi sbarazzare? Oppure vorresti semplicemente provare a te stesso/stessa che puoi fare di più???

Beh, allora questa è l’esperienza che devi fare!

Con il Laboratorio in Parete–Sconfiggi i Tuoi limiti succede spesso di scoprire difficoltà personali di cui non si era consapevoli. Difficoltà che stavano comunque influenzando il loro lavoro, le attività personali e sociali. Grazie al programma, si è avuta l’opportunità di eliminarle o di prenderne il controllo.

CHE COSA DOVRAI FARE?
Il Laboratorio è strutturato per dare l’esperienza di una vera scalata introducendo gradualmente livelli crescenti di difficoltà che, combinati con i giusti debriefing ed altri elementi, ne permettono (A) il superamento fisico e (B) gli entusiasmanti risultati.

Forti di questa esperienza molti partecipanti hanno dichiarato di essere ora pronti per misurarsi con aspetti più difficili o più grandi nella vita e negli affari.

Insomma “MENO LIMITI” o limiti più piccoli.

E ADESSO?

Adesso tocca a te! Accetta la sfida e vieni a vedere di quanti limiti puoi sbarazzarti
o di quanto puoi allargare i tuoi orizzonti!

Ecco Perché Questo Corso è Spettacolare...

1.
STRUTTURA MACRO DELLE GIORNATE

Due giornate basate sulla pratica di scalata in parete e relativi debriefing.

2.
SCOPO DELLE 2 GIORNATE

“Sconfiggere i propri limiti” ed espandere capacità e leadership per mezzo di tecniche avanzate di scalata

3.
TEMI
  • LIMITLESS. Arrampicata con uno dei migliori per disintegrare i tuoi limiti;
  • MIND/BODY SUPERIORITY. Decidi e vinci sui limiti del tuo corpo
  • NO CHANGE NO CHANCE. Comanda la tua vita cambiando e generando nuove opportunità per te e per gli altri
  • TEAM WORK. La corda da sola può far poco, è chi si lega a te che ti spinge in alto
  • EMOTIONAL CONTROL. Le emozioni; come dominarle e proseguire verso la tua vetta
4.
LA SFIDA CON SÉ STESSI IN PARETE
  • Prove di arrampicata affrontando livelli crescenti: di difficoltà, di “limiti personali” e di “presunti rischi” (sempre col massimo della sicurezza effettiva)
  • Apprendere a fare sicurezza: Passaggi in coppia sperimentando la fiducia
  • Arrampicate bendate: Nuovi orizzonti della leadership
  • Breathing Power in Parete: Per aumentare il potenziale fisico ed emotivo
  • Volo in parete: Misurarsi con il vuoto
  • Debriefing e considerazioni sull’esperienza: Approfondimenti e conseguimenti personali

 Data, Luogo e Formatori del Corso

TEAM

Team

Atleta ed Esploratore: Daniele Nardi Coordinatrice: Maria Elena Martini
Master trainer: Ezio Lappano
Istruttori Rock Spot

SPAZI

Luogo

Palestra Rock Spot: Pero (MI)
Hotel: convenzione riservata per il pernottamento a proprie spese

DATE E DURATA

Calendario

Sabato 15 Luglio 2017 dalle 9:30 alle 17:30 (pranzo e cena inclusi)
Domenica 16 Luglio 2017 dalle 9:30 alle 15:00 (pranzo incluso)

Esempi di Successi e Testimonianze

Marc Stevens ( Web Design Media )

QUANDO MI HAI FATTO SALIRE BENDATO, NON AVEVO IDEA, PENSAVO DI NON RIUSCIRE, O DI FARE POCHI PASSI...

Ciao Daniele, è un grande piacere dirti che, ancora oggi dopo che è passato qualche giorno, ne assaporo il momento.

Quando mi hai fatto salire bendato, non avevo idea, (resta inteso che emani tantissima sicurezza) pensavo di non riuscire, o di fare pochi passi. Dopo essermi avviato ho addirittura chiuso gli occhi per cercare di isolare la tua voce (anche se bendato), erano in tanti a parlare. La tua conoscenza della via che volevi farmi fare e la semplicità nelle spiegazioni, emozione e adrenalina sembrava addirittura facile. È stato bellissimo, per non dire euforico, quando ho tolto la benda, e aver visto l'obiettivo raggiunto.

Farti da guida, è stato addirittura fantastico, e mi hai dato una carica incredibile, la prospettiva della salita è completamente diversa vista da terra, e soprattutto avere la vita di un altro nelle tue decisioni è una forte emozione, ho fatto parecchi errori di valutazione, oltre che indicazioni errate, ma la tua bravura, ha fatto sembrare tutto giusto e corretto, anche agli occhi degli altri.

Mi sembra addirittura di riviverne i momenti. Lo scopo del corso di dare Motivazione, penso che sia stato raggiunto alla grande e anche di più. Sei grande e ti ringrazio tantissimo, mi dato una bella carica.

Gabriele
Marc Stevens ( Web Design Media )

Guarda la Testimonianza di
Flavia Bertellini

Marc Stevens ( Web Design Media )

MAI AVREI PENSATO DI POTER SCALARE COSÌ IN ALTO: A DIRE IL VERO, ALL'INIZIO NEANCHE CREDEVO DI POTERMI ARRAMPICARE...

La mia esperienza con l’arrampicata:
MAI AVREI PENSATO DI SCALARE COSI’ IN ALTO: a dire il vero all'inizio neanche pensavo di potere arrampicare; dicevo ho mal di schiena non posso muovermi molto. La prima sfida è stata superare la pigrizia fisica, ma avere vicino altre persone mi ha spronato a provare.

Pensavo “faccio un paio di prese tanto per dimostrare che avrei potuto farlo. Daniele mi ha detto di andare avanti, un po' reticente ho proseguito. Tanto per non sembrare incapace, mi fido delle indicazioni di Daniele anche quando devo aggrapparmi ad appigli per me “impossibili” … caspita ARRIVO A META’ PARETE

Penso “CE L’HO FATTA, adesso mi dice BRAVAAAA puoi scendere. Avevo superato anche il mio grande problema con le vertigini (io non riesco ad affacciarmi da un terzo piano)

MACCHÈ!!!!, BRAVA arriva ma come incoraggiamento.. perché tranquillamente mi dice PROSEGUI !

Ho protestato un po' (#*@!), dico “cavolo guarda cosa ho fatto, cos'altro devo dimostrare?

Lui senza nessuna esitazione mi dice di proseguire “VAI CE LA PUOI FARE”

Vado avanti ancora un po' (#*@!), a 3/4 di parete mi dico ADESSO BASTA. QUESTO E’ IL MIO MASSIMO!!!

Daniele non si scompone e mi dice VAI AVANTI … io “ma sei pazzo questi appigli non riesco a prenderli, oltre al fatto che sono troppo in alto” lui serafico mi dice che si può fare.

Protesto ancora un po' (#*@!), penso “ma cosa diavolo devo dimostrare di più? Gliel'ho fatto vedere che posso farlo, dove vuole arrivare?".

Esatto: “dove vuole arrivare?" Secondo voi uno come lui dove vuole portarle le persone?

Ebbene si …….. IN VETTAAAAAAA!!!!!!!!! E lì che - passo dopo passo senza neanche rendermene conto SONO ARRIVATA !!!!!

ERO LASSÙ... HO STENTATO A CREDERCI e soprattutto non mi capacitavo di non soffrire di vertigini… CHE BELLA SENSAZIONE !!!!!!! ero così fiera che avrei potuto continuare …ma la parete era finita (ah ah ah ah!!!) E SCENDERE È STATO BELLISSIMO!!!!

Cosa ho imparato? Solo un vero leader ha la capacità di far superare i limiti ai componenti della sua squadra.

Generalmente da solo non ce la fai perché il limite massimo che pensi di poter raggiungere è sempre troppo basso, ci dev'essere qualcun altro che NON HA I TUOI LIMITI ed è per questo che è capace di farti passare attraverso con SEMPLICITÀ ti trasmette la sua sicurezza e tu sai CHE SEI IN BUONE MANI.

UN LEADER NON HA LIMITI, guida il SUO GRUPPO SENZA SFORZO, il suo Gruppo si fida e LO SEGUE CIECAMENTE ….SCOPO DI UN LEADER : far superare quello che la squadra considera un limite e portarla IN VETTA. Quando riesci a superare quello che pensavi fosse un limite, magicamente ti ritrovi a NON AVERE LIMITI !!

Sei fiero di te stesso, orgoglioso di far parte di quella squadra che ti ha spronato VOLENTEROSO di trasmettere agli altri la tua stessa esperienza.

Questa è un’esplosione CONTAGIOSA di ENERGIA A CATENA che influenza il resto del gruppo dove OGNUNO È DESIDEROSO DI AIUTARE L’ALTRO E I LEADER????? È FELICE DI AVER FATTO IL SUO LAVORO …È FELICE DI "AVER AIUTATO"!!!!!!!

Elena
Marc Stevens ( Web Design Media )

ARRAMPICARE CI PONE IN UNA NUOVA DIMENSIONE, IN UN MODO NUOVO DI CONCEPIRE IL MOVIMENTO E LO SPOSTAMENTO NELLO SPAZIO...

Un limite rimane tale fintantoché non lo si osserva da una nuova prospettiva o non ci si misura con esso.In questi termini anche una parete di roccia non appare altro che un ostacolo, un muro invalicabile. Questa percezione si conferma corretta e reale finché il nostro approccio alla parete stessa non cambia…

Arrampicare ci pone in una nuova dimensione, in un modo nuovo di concepire il movimento e lo spostamento nello spazio.

È la verticalità ora il nostro campo d’azione. Quella roccia o parete verticale che prima appariva come un limite fisico diviene adesso l’unico elemento capace di permettere il gioco dell’ascesa secondo regole dettate dalla gravità. Ecco quindi che sulla roccia si materializzano prese e punti d’appoggio evidenti, ovvi, necessari, da poter esaminare e conoscere secondo il senso del tatto.

Si materializzano movimenti, spostamenti, posture e sforzi mai provati e realizzati prima. Si materializzano paure, emozioni, insicurezze ma anche, e soprattutto, si manifestano e si concretizzano successi, superamenti del limite, nuove consapevolezze e nuovi obiettivi da raggiungere.

L’arrampicata è un confronto con se stessi prima che con la via verticale che si è deciso di percorrere. E’ nuova coscienza del proprio corpo e delle proprie forze, costretti a plasmarsi per assecondare l’elemento e quindi averne ragione. È ragionamento, intuizione.

Per me è anche un aspetto costantemente confermato, un’occasione per rinsaldare rapporti e riporre fiducia nel compagno che decide di legare materialmente la propria vita alla nostra.

Flavia
Marc Stevens ( Web Design Media )

Guarda la Testimonianza di
Fabrizio Manuguerra

Non Perderti Questo Corso, 
Iscriviti Oggi Stesso!

Video Domande e Risposte